Vi invitiamo ad aggiornare il vostro browser.

Il suo Browser non supporta gli attuali standard del web. Per questo motivo si possono verificare degli errori di visualizzazione e dei comportamenti inattesi di questo sito. Per utilizzare questo sito senza problemi le consigliamo ai attualizzare il suo browser.

Vi invitiamo ad aggiornare il vostro browser.

Il suo Browser non supporta gli attuali standard del web. Per questo motivo si possono verificare degli errori di visualizzazione e dei comportamenti inattesi di questo sito. Per utilizzare questo sito senza problemi le consigliamo ai attualizzare il suo browser.

Collegare gli ambienti

Interpretare con la luce i passaggi tra l?interno e l?esterno

La combinazione di ambiente dà origine ad architetture complesse. La luce le interpreta nella loro struttura e direzione. L'illuminazione mirata apre prospettive e produce profondità spaziale. L'importanza delle caratteristiche dei materiali, la corretta intensità luminosa, l'effetto cromatico e la distribuzione della luce sono aspetti importanti della progettazione.

Interni - Interni

Interni - Interni Interni - Interni Interni - Interni Interni - Interni

La parete posteriore chiara conferisce profondità all‘ambiente e rafforza la prospettiva spaziale. Gli oggetti illuminati sullo sfondo ottengono un effetto analogo. Se la focalizzazione del livello di illuminazione ritorna dalla zona posteriore a quella anteriore, l‘attenzione si mette a fuoco sul primo piano.
La luce rende visibili le superfici o gli oggetti e li fa diventare punti d‘attrazione per lo sguardo. Le zone scure dissolvono i confini spaziali recedendo sullo sfondo nel loro effetto. Un‘illuminazione differenziata permette di stabilire una gerarchia nella percezione spaziale. L‘illuminazione di superfici verticali è di particolare importanza creativa per la progettazione, in quanto la prospettiva nello spazio raggiunge un effetto superiore che con le superfici orizzontali.

Interni - Esterni

Interni - Esterni Interni - Esterni Interni - Esterni Interni - Esterni Interni - Esterni

Un livello elevato d‘illuminazione all‘interno e un ambiente esterno oscuro producono un forte riflesso sul piano della facciata. Lo spazio interno sembra raddoppiarsi visivamente verso l‘esterno a causa del riflesso. È impossibile individuare gli oggetti all‘esterno. Diminuendo il livello d‘illuminazione all‘interno e aumentando la luminanza all‘esterno si riduce l‘effetto specchio e gli oggetti esterni ridiventano percepibili.
L‘effetto specchio del vetro è tanto minore, quanto più la luminanza è bassa davanti al vetro e quanto più è elevata dietro di esso. Degli apparecchi ben schermati davanti al piano del vetro producono poco riflesso. Un basso livello di illuminazione nello spazio interno favorisce la percezione dello spazio esterno. Con l‘orientamento degli apparecchi all‘esterno bisogna cercare di evitare l‘abbagliamento diretto verso lo spazio interno.

Esterni - Interni

Esterni - Interni Esterni - Interni Esterni - Interni Esterni - Interni Esterni - Interni

L‘alto livello d‘illuminazione della luce diurna crea un forte effetto specchio sulla superficie vetrata. Gli oggetti all‘interno non sono percepibili. Diminuendo il livello d‘illuminazione all‘esterno si riduce l‘effetto specchio. Le superfici o gli oggetti illuminati all‘interno diventano così visibili. Il vetro non è più percepibile.
L‘effetto specchio del vetro è tanto più ridotto, quanto più la luminanza è bassa davanti al vetro e quanto più è elevata dietro di esso. Se gli apparecchi davanti al vetro sono correttamente schermati e integrati nell‘architettura, si rispecchiano poco nel vetro stesso. Un basso livello di illuminazione all‘interno genera di notte un effetto di profondità. L‘illuminazione di oggetti nello spazio interno – ad es. vetrine – richiede durante il giorno, a causa dell‘alto livello di illuminazione all‘esterno, un‘intensità luminosa altissima per rendere visibili gli oggetti. Si impone l‘esigenza di adattare l‘illuminazione interna alle variazioni della luce diurna. Un livello d‘illuminazione alto di giorno e basso di notte riduce i contrasti.

Esterni - Esterni

Esterni - Esterni Esterni - Esterni Esterni - Esterni Esterni - Esterni Esterni - Esterni Esterni - Esterni

Una parete posteriore chiara conferisce profondità all‘ambiente e sottolinea la definizione dei confini spaziali. Gli oggetti illuminati sullo sfondo ottengono un effetto analogo. Se la focalizzazione del livello di illuminazione ritorna dalla zona posteriore a quella anteriore, l‘attenzione dallo sfondo si rimette a fuoco sul primo piano.
La luce rende visibili le superfici o gli oggetti e li mette in primo piano. Le zone scure dissolvono i confini spaziali e l‘effetto delle varie aree si ritrae sullo sfondo. A causa del basso livello d‘illuminazione notturno, le intensità luminose necessarie sono inferiori rispetto all‘illuminazione degli interni.