Vi invitiamo ad aggiornare il vostro browser.

Il suo Browser non supporta gli attuali standard del web. Per questo motivo si possono verificare degli errori di visualizzazione e dei comportamenti inattesi di questo sito. Per utilizzare questo sito senza problemi le consigliamo ai attualizzare il suo browser.

Vi invitiamo ad aggiornare il vostro browser.

Il suo Browser non supporta gli attuali standard del web. Per questo motivo si possono verificare degli errori di visualizzazione e dei comportamenti inattesi di questo sito. Per utilizzare questo sito senza problemi le consigliamo ai attualizzare il suo browser.

Processo di progettazione

Schritt für Schritt eine Lichtplanung entwickeln

Analisi di progetto

Analisi di progetto

Introduzione

Alla base di ogni progettazione illuminotecnica c'è l'analisi del progetto: i compiti che deve svolgere l'illuminazione, le condizioni e le particolarità di cui si deve tener conto. Una progettazione di qualità si può quindi basare a tal proposito sulle norme vigenti, alle quali si fa riferimento per gli illuminamenti, per gli antiabbagliamenti, per tonalità cromatica e per la resa cromatica. Per una progettazione di qualità è comunque necessario raccogliere quante più informazioni è possibile sull'ambiente da illuminare, sul suo utilizzo, sugli utenti e sull'architettura.

Analisi di progetto

Uso degli ambienti

Nell'analisi del progetto la questione dell'uso degli ambienti da illuminare gioca un ruolo centrale; oltre ai tipi di attività, anche la loro frequenza ed il loro significato. All'interno di una compito di illuminazione complessivo si ha una serie di compiti visivi che vanno realizzati nei dettagli. Tra i criteri di un compito visivo sono significativi la grandezza ed il contrasto del dettaglio da realizzare; inoltre è importante la questione del colore o della struttura delle superfici del compito visivo, se il movimento e la disposizione nello spazio devono essere riconoscibili o se ci si devono aspettare dei disturbi di abbagliamento dovuto ai riflessi. Anche la disposizione nello spazio dei compiti visivi e la direzione principale dello sguardo dell'osservatore possono essere dei temi centrali.

Analisi di progetto

Requisiti psicologici

Tra le necessità psicologiche rientrano la visione dell'ambiente circostante, l'informazione sulla fase del giorno e sul tempo e l'orientamento nello spazio. In edifici complessi con utenti sempre diversi l'esigenza di sistemi di guida ottici può diventare una questione di primaria importanza. Una rappresentazione ordinata ed univoca degli spazi contribuisce ad una sensazione di benessere generale. Con illuminazioni differenziate si possono separare tra loro le aree addette a diverse funzioni. Se nelle grandi sale vi sono delle zone adibite ai colloqui, può essere opportuno realizzare delle aree private con un'illuminazione adeguata.

Analisi di progetto

Architettura ed atmosfera

Sotto l'aspetto dell'architettura e dell'atmosfera l'edificio o l'ambiente devono essere resi visibili valorizzandone l'atmosfera e le caratteristiche peculiari. A tal fine sono necessarie delle informazioni dettagliate sull'architettura, sul concetto architettonico complessivo, sugli effetti desiderati verso l'interno e verso l'esterno, di giorno e di notte, sull'impiego della luce diurna e sul consumo di energia ammesso. Inoltre sono necessarie anche delle informazioni sui materiali, sui gradi di riflessione e sulle loro tonalità cromatiche. Nell'illuminazione delle architetture non si tratta di realizzare un'illuminazione finalizzata ad ottimizzare la percezione dell'edificio illustrandone le strutture e le caratteristiche, si tratta piuttosto di coinvolgere l'illuminazione nella creazione di un effetto estetico dell'ambiente illuminato. A tal fine il punto centrale consiste nel linguaggio che l'edificio esprime con le forme dei suoi ambienti, con i moduli ed i ritmi che la luce e gli apparecchi di illuminazione devono poter recepire e proseguire.

Concetto di illuminazione

Concetto di illuminazione

I concetti illuminotecnici definiscono le caratteristiche dell'illuminazione. Non danno ancora informazioni esatte sulla scelta delle lampade e degli apparecchi di illuminazione o sulla loro disposizione. L'analisi del progetto conduce ad uno schema delle qualità della luce necessarie, che a sua volta dà delle indicazioni sulle singole forme di illuminazione relativamente alla loro quantità, alle diverse caratteristiche qualitative delle luce e al grado di differenziazione temporale e degli ambienti. Per essere realizzabile nella pratica una progettazione deve essere compatibile con gli altri sistemi, rispettare le normative vigenti e tener conto sia dei costi di realizzazione che dei costi di esercizio. Una progettazione illuminotecnica di qualità riesce a realizzare un concetto che coniuga le esigenze tecniche ed estetiche di una complessa griglia di elementi. Un concetto che realizzi le prestazioni richieste con un impiego adeguato di soluzioni tecniche e con la massima chiarezza di allestimento costituirà la soluzione più convincente.

Sviluppo

Sviluppo

Nella fase di sviluppo del progetto vengono prese delle decisioni sulle lampade e sugli apparecchi da utilizzare, sulla disposizione e l‘installazione degli apparecchi, sulla eventuale componentistica e sulle unità di comando. In questa fase diventa possibile un calcolo affidabile degli illuminamenti e dei costi. Non è possibile stabilire una successione vincolante o anche solo indicativa delle fasi della progettazione.
La decisione per un dato tipo di illuminazione può aver luogo già all‘inizio del progetto ma anche in una sua fase avanzata; la disposizione degli apparecchi può essere sia una conseguenza della decisione per un dato tipo di apparecchio, ma può essere anche una condizione per la scelta degli apparecchi.
La progettazione illuminotecnica dovrebbe essere considerata come una procedura ciclica nella quale le soluzioni sviluppate vengono sempre confrontate con le esigenze da soddisfare.

Montaggio

Montaggio

Alcuni tipi di apparecchi - ad esempio i faretti e le strutture luminose - sono caratterizzati da un montaggio additivo, ossia vengono fissati sui binari elettrificati e sulle strutture portanti, appesi o fissati alla parete o al soffitto. Per l'ampia gamma di downlight e di apparecchi modulari al contrario vi sono in genere diverse versioni pensate per una serie di tipi di montaggio. Per il fissaggio alla parete o nel pavimento il montaggio può essere a plafone o a incasso. Il montaggio al soffitto offre invece una maggiore scelta, potendo essere a incasso, a plafone ed a sospensione. Le istruzioni per l'uso degli apparecchi illustrano in modo dettagliato il loro montaggio e la loro manutenzione.

Manutenzione

Manutenzione

Negli impianti di illuminazione per LED la manutenzione di regola si limita alla pulizia esterna degli apparecchi, soprattutto dei rivestimenti, delle lenti o dei riflettori. Se questi sono sporchi si riduce il livello di rendimento dei sistemi di illuminazione e la luminosità e l’effetto luminoso desiderati non saranno più garantiti.
Una sostituzione del modulo LED non è di norma necessaria e può essere eseguita solo dal produttore.
Il compito del progettista illuminotecnico è quello di realizzare un piano di manutenzione personalizzato e orientato alle situazioni specifiche e di dotare l’utente del materiale informativo necessario.

Newsletter ERCO – Progetti ispiratori, nuovi prodotti, fresche novità sulla luce

Abbonati alla newsletter
I vostri dati saranno trattati con la massima riservatezza. Per maggiori informazioni visitare Dichiarazione ERCO sul trattamento riservato dei dati personali