Vi invitiamo ad aggiornare il vostro browser.

Il suo Browser non supporta gli attuali standard del web. Per questo motivo si possono verificare degli errori di visualizzazione e dei comportamenti inattesi di questo sito. Per utilizzare questo sito senza problemi le consigliamo ai attualizzare il suo browser.

Vi invitiamo ad aggiornare il vostro browser.

Il suo Browser non supporta gli attuali standard del web. Per questo motivo si possono verificare degli errori di visualizzazione e dei comportamenti inattesi di questo sito. Per utilizzare questo sito senza problemi le consigliamo ai attualizzare il suo browser.

Facciata

Supportare al meglio con la luce l?effetto notturno degli edifici

Il materiale e la forma, insieme alla luce con la sua direzione e il suo effetto cromatico determinano l'estetica delle facciate. L'immagine di una facciata varia durante il giorno a causa della direzione della luce e delle diverse quote di luce diffusa e diretta. La distribuzione differente della luce e l'impiego di sistemi di programmazione luminosa di notte conferiscono alle facciate un'estetica particolare. Le diverse intensità luminose differenziano elementi o zone di una facciata. La luce radente mette in risalto i dettagli più fini di una facciata. L'illuminazione uniforme valorizza la facciata nella sua interezza. Si devono evitare i fasci luminosi esterni alla superficie della facciata diretti di lato e verso l'alto.

Facciata massiccia

Facciata massiccia Facciata massiccia Facciata massiccia Facciata massiccia Facciata massiccia

L‘illuminazione uniforme produce una grande uniformità di distribuzione della luce sulla facciata. Una linea luminosa demarca la fine dell‘edificio contro il cielo notturno. Gli uplight scandiscono ritmicamente la facciata. Sotto la luce degli uplight e dei downlight nascono motivi grafici creati da coni luminosi marcati.
L‘illuminazione uniforme può appiattire le facciate. La riduzione dell‘intensità luminosa verso l‘alto crea un passaggio privo di contrasti verso il cielo notturno scuro. La luce radente mette in risalto le strutture superficiali dei materiali. Le sequenze luminose su pareti non strutturate divengono una figura dominante e sono percepite come motivo autonomo. I motivi luminosi permettono di strutturare grandi superfici uniformi. I coni di luce che non corrispondono alla struttura architettonica sono percepiti come elemento di disturbo.

L'illuminazione della facciata può essere disposta sul terreno, su un palo o sull'edificio stesso. I wallwasher con una distanza dalla facciata tra un terzo e metà dell'altezza della facciata evitano le lunghe ombre portate. Gli apparecchi applicati a stretto contatto con la facciata producono una luce radente con forte accentuazione delle strutture superficiali. Gli apparecchi ad incasso da pavimento sono invisibili dal punto di vista architettonico. Si deve evitare che siano ricoperti dalla vegetazione. Gli apparecchi su palo si impongono come elementi addizionali davanti alla facciata. I bracci sporgenti permettono un fissaggio diretto sull'edificio. Si devono evitare i fasci luminosi esterni alla superficie della facciata diretti di lato e verso l'alto.

Facciata massiccia

Facciata massiccia Facciata massiccia Facciata massiccia Facciata massiccia Facciata massiccia Facciata massiccia
Facciata massiccia Facciata massiccia Facciata massiccia Facciata massiccia Facciata massiccia Facciata massiccia

Kragarm

Facciata, struttura verticale

Facciata, struttura verticale Facciata, struttura verticale Facciata, struttura verticale Facciata, struttura verticale Facciata, struttura verticale

Colonna tonda

I washer producono un‘illuminazione uniforme della facciata. L‘illuminazione con sorgenti luminose puntiformi rende chiaramente visibile la struttura. L‘accentuazione dei montanti li distacca dalla facciata intorno. Gli uplight disposti sui due lati evidenziano il volume dei montanti. I downlight accentuano i montanti e illuminano l‘area a terra. La combinazione di uplight e downlight sottolinea l‘articolazione verticale della facciata con un‘illuminazione dall‘alto e dal basso.
I coni di luce a fascio stretto accentuano l‘effetto di articolazione verticale. Per evitare le ombre laterali, gli apparecchi vanno disposti ad angolo retto parallelamente alla facciata. Forti contrasti e ombre portate possono essere bilanciati da un‘illuminazione generale uniforme della facciata. Il ritmo dell‘articolazione della facciata deve corrispondere alla disposizione degli apparecchi.

Facciata, struttura verticale

Facciata, struttura verticale Facciata, struttura verticale Facciata, struttura verticale Facciata, struttura verticale Facciata, struttura verticale

Colonna strutturata

Facciata, struttura verticale

Facciata, struttura verticale Facciata, struttura verticale Facciata, struttura verticale Facciata, struttura verticale

Nicchia

Facciata, struttura orizzontale

Facciata, struttura orizzontale Facciata, struttura orizzontale

I washer illuminano tutta la facciata e ne sottolineano l‘articolazione orizzontale con ombre portate. Le linee luminose riproducono con la luce la struttura orizzontale sulle superfici scure della facciata.
Gli apparecchi applicati a stretto contatto con la facciata ottengono uno spiccato effetto plastico. Le lunghe ombre portate dell‘articolazione orizzontale della facciata possono essere ridotte aumentando la distanza degli apparecchi dalla facciata. L‘angolo più acuto d‘incidenza della luce nella zona superiore della facciata causa ombre portate più grandi che nella zona inferiore.

Facciata, sporgenza - rientranza

Facciata, sporgenza - rientranza Facciata, sporgenza - rientranza Facciata, sporgenza - rientranza Facciata, sporgenza - rientranza

Washer a fascio largo distanti dall‘edificio illuminano uniformemente la facciata. Le facciate con forti sporgenze e rientranze si distinguono per la creazione di ombre evidenti. La diversità delle intensità luminose o degli effetti cromatici favorisce la differenziazione della facciata. Gli uplight demarcano gli angoli interni con luce radente.
Le differenze di intensità luminosa, distribuzione della luce ed effetto cromatico scandiscono ritmicamente la facciata. I forti contrasti tra zone accentuate e non illuminate possono essere equilibrati con un‘illuminazione generale uniforme. Una distanza maggiore tra gli apparecchi e la facciata riduce la formazione di ombre portate. La struttura dell‘articolazione della facciata deve corrispondere alla disposizione degli apparecchi.

Facciata con fori

Facciata con fori Facciata con fori Facciata con fori Facciata con fori Facciata con fori

Alla luce del giorno le superfici delle finestre appaiono scure. Gli ambienti interni illuminati creano di notte un forte contrasto tra la superficie scura della facciata e le finestre luminose. I washer producono una distribuzione uniforme dell‘illuminazione sulla facciata. L‘illuminazione dell‘intradosso della finestra mette in risalto la cornice dell‘apertura nella facciata. Gli uplight a fascio stretto evidenziano la struttura della facciata.
Si deve evitare l‘abbagliamento del fruitore all‘interno. Gli apparecchi che mandano luce verso l‘interno compromettono la visuale dall‘edificio verso l‘esterno. Con sistemi di programmazione della luce è possibile comandare individualmente i vari locali e produrre campi di luce sulla facciata.

Facciata a nastri

Facciata a nastri Facciata a nastri Facciata a nastri

Alla luce del giorno la fascia di finestre appare scura. Gli ambienti interni illuminati creano di notte un forte contrasto tra la superficie scura della facciata e la fascia luminosa delle finestre. L‘illuminazione dei davanzali sottolinea l‘orizzontalità della struttura.
Il forte contrasto tra l‘illuminazione chiara dell‘interno e la superficie esterna scura di notte può essere compensato solo in piccola misura da un‘illuminazione uniforme della facciata.

Facciata trasparente

Facciata trasparente Facciata trasparente Facciata trasparente Facciata trasparente Facciata trasparente

Alla luce del giorno la facciata trasparente appare scura e riflette l‘ambiente. L‘illuminazione dell‘interno permette di guardare all‘interno dell‘edificio. I washer per soffitto all‘interno mettono in risalto le superfici dei soffitti e intensificano di notte l‘impressione generale di luminosità. La struttura della facciata si delinea come silhouette. Le linee luminose nella zona dei solai che marcano i piani sottolineano la struttura orizzontale dell‘edificio. Gli uplight accentuano gli elementi verticali della facciata.
A causa della prospettiva ottica, dal pavimento l‘effetto luminoso dello spazio interno appare più grande con gli uplight che con i downlight. Si deve evitare l‘abbagliamento del fruitore all‘interno. Gli apparecchi che mandano luce verso l‘interno compromettono la visuale dall‘edificio verso l‘esterno.