Vi invitiamo ad aggiornare il vostro browser.

Il suo Browser non supporta gli attuali standard del web. Per questo motivo si possono verificare degli errori di visualizzazione e dei comportamenti inattesi di questo sito. Per utilizzare questo sito senza problemi le consigliamo ai attualizzare il suo browser.

Vi invitiamo ad aggiornare il vostro browser.

Il suo Browser non supporta gli attuali standard del web. Per questo motivo si possono verificare degli errori di visualizzazione e dei comportamenti inattesi di questo sito. Per utilizzare questo sito senza problemi le consigliamo ai attualizzare il suo browser.

Simulazione della luce

Impiegare degli apparecchi virtuali nel processo di progettazione

Per la simulazione della luce l'utente può utilizzare le informazioni per la geometria e la distribuzione luminosa tridimensionale. Si possono così fornire gli illuminamenti e le luminanze e valutare l'impatto visivo degli apparecchi nell'ambiente.

IES / Eulumdat

IES / Eulumdat

Il formato di dati IES è un formato comunemente utilizzato per la descrizione della distribuzione luminosa degli apparecchi. Lo si può utilizzare in diversi programmi di progettazione illuminotecnica, di calcolo e di simulazione. Il formato era originariamente lo standard della IESNA (Illuminating Engineering Society of North America). La versione attuale è la IES LM-63-02.
Eulumdat è il formato di dati in Lumen, una versione derivata dallo IES.

DXF

DXF

Il formato DXF memorizza la geometria di un apparecchio. I materiali e la distribuzione luminosa non vengono salvati in questo formato swap. Nella maggior parte dei sistemi CAD è possibile importarlo. I dati DXF con elementi bidimensionali servono nella progettazione per l'inserimento degli apparecchi nei soffitti. I file DXF con elementi tridimensionali forniscono un'impressione immediata degli apparecchi rappresentandoli nello spazio.

i-drop

i-drop è una tecnologia del produttore di software Autodesk, che consente di trasferire con "drag & drop" i contenuti da internet alle applicazioni software. Per le simulazioni luminose si possono inserire direttamente gli apparecchi virtuali con i relativi dati fotometrici dal sito di un produttore di apparecchi nel programma di simulazione. I fati ricomprendono le geometrie tridimensionali, le fotometrie e le textures. Si può inserire un apparecchio direttamente nella scena della simulazione luminosa, nella posizione desiderata. Per orientare gli apparecchi automaticamente sulle superfici della stanza o in modo perpendicolare a delle superfici a piacere si deve attivare la funzione autogrid. Con l'ausilio della cinematica inversa si può orientare gli apparecchi a partire dal punto d'arrivo della sorgente luminosa.
i-drop funziona ad esempio con VIZ 4 VIZrender, Studio Max 3D 5 e 6, AutoCAD e DIALux. La condizioni sono l'impiego di Internet Explorer e l'attivazione Active X

Newsletter ERCO – Progetti ispiratori, nuovi prodotti, fresche novità sulla luce

Abbonati alla newsletter
I vostri dati saranno trattati con la massima riservatezza. Per maggiori informazioni visitare Dichiarazione ERCO sul trattamento riservato dei dati personali