Vi invitiamo ad aggiornare il vostro browser.

Il suo Browser non supporta gli attuali standard del web. Per questo motivo si possono verificare degli errori di visualizzazione e dei comportamenti inattesi di questo sito. Per utilizzare questo sito senza problemi le consigliamo ai attualizzare il suo browser.

Vi invitiamo ad aggiornare il vostro browser.

Il suo Browser non supporta gli attuali standard del web. Per questo motivo si possono verificare degli errori di visualizzazione e dei comportamenti inattesi di questo sito. Per utilizzare questo sito senza problemi le consigliamo ai attualizzare il suo browser.

Illuminamento puntuale

Legge fotometrica della distanza per il calcolo della luce

Illuminamento puntuale

Illuminamento puntuale

Con l'ausilio delle legge fotometrica della distanza si può calcolare l'illuminamento nei singoli punti dello spazio. Tale legge si basa sul fatto che l'illuminamento diminuisce in modo proporzionale al quadrato della distanza dalla sorgente luminosa. In questo calcolo non si considerano le componenti indirette dell'illuminazione. Il calcolo dell'illuminamento puntuale può essere eseguito sia per l'illuminazione con un singolo apparecchio che per più apparecchi. Per applicazioni molto limitate, con apparecchi singoli, è possibile anche un calcolo manuale. In presenza di diversi apparecchi e punti si hanno invece dei programmi per la progettazione illuminotecnica che tengono conto anche dell'illuminazione indiretta. I programmi possono fornire gli illuminamenti per tutte le superfici che delimitano l'ambiente e per i piani di lavoro. Per la rappresentazione grafica si hanno diagrammi isolux o la rappresentazione a falsi colori.

Illuminamento puntuale