Vi invitiamo ad aggiornare il vostro browser.

Il suo Browser non supporta gli attuali standard del web. Per questo motivo si possono verificare degli errori di visualizzazione e dei comportamenti inattesi di questo sito. Per utilizzare questo sito senza problemi le consigliamo ai attualizzare il suo browser.

Vi invitiamo ad aggiornare il vostro browser.

Il suo Browser non supporta gli attuali standard del web. Per questo motivo si possono verificare degli errori di visualizzazione e dei comportamenti inattesi di questo sito. Per utilizzare questo sito senza problemi le consigliamo ai attualizzare il suo browser.

Esposizione "Leonardo da Vinci/1452-1519" al Palazzo Reale, Milano

Alcuni dipinti sembrano rilucere di luce propria. L’effetto di questi giochi di luci ed ombre dipinti sulla tela può essere ulteriormente rafforzato illuminando le opere con la tecnologia dei LED, come dimostrato in questa esposizione su Leonardo da Vinci.

Un tempo il Palazzo Reale di Milano era la dimora dei re, oggi tra l’altro è una sede per le esposizioni d’arte. Tra gli eventi più importanti degli ultimi tempi rientra la mostra «Leonardo da Vinci / 1452-1519», che ha presentato una grande selezione di opere altrimenti esposte nelle collezioni del Louvre, del British Museum o del Metropolitan Museum di New York. Tra le opere esposte a Milano si annovera il dipinto «La Belle Ferronière» – una dama su fondo scuro raggiunta da un raggio di luce sul suo volto. Il concetto di illuminazione della mostra a Palazzo Reale può essere descritto in modo molto simile. Gli spazi erano mantenuti bui e le opere erano messe in scena con dei coni di luce. I lavori di Leonardo da Vinci sembravano quindi, ancora più del solito, brillare di luce propria.

L’esposizione è stata illuminata con dei faretti dimmerabili Pollux di ERCO da 6 Watt, 630 Lumen e 3000 gradi Kelvin. Con i faretti sagomatori Pollux si possono impostare i coni di luce con precisione in funzione delle dimensioni delle cornici delle opere. Con i sagomatori regolabili sul faretto ed il montaggio sui binari elettrificati i coni di luce possono essere orientati facilmente e con la massima flessibilità. Grazie al suo corpo compatto, l’apparecchio resta visivamente sullo sfondo a vantaggio del proprio effetto luminoso. Dato che lo spettro luminoso della luce generata dai LED non contiene componenti di raggi IR ed UV, dal punto di vista della loro conservazione esso è particolarmente adatto all’illuminazione delle opere d’arte storiche più preziose, come quelle di Leonardo da Vinci.

Esposizione Leonardo da Vinci/1452-1519 al Palazzo Reale, Milano
Esposizione Leonardo da Vinci/1452-1519 al Palazzo Reale, Milano

Esposizione Leonardo da Vinci/1452-1519 al Palazzo Reale, Milano

Esposizione Leonardo da Vinci/1452-1519 al Palazzo Reale, Milano
Esposizione Leonardo da Vinci/1452-1519 al Palazzo Reale, Milano
Esposizione Leonardo da Vinci/1452-1519 al Palazzo Reale, Milano

Esposizione Leonardo da Vinci/1452-1519 al Palazzo Reale, Milano

Esposizione Leonardo da Vinci/1452-1519 al Palazzo Reale, Milano