Vi invitiamo ad aggiornare il vostro browser.

Il suo Browser non supporta gli attuali standard del web. Per questo motivo si possono verificare degli errori di visualizzazione e dei comportamenti inattesi di questo sito. Per utilizzare questo sito senza problemi le consigliamo ai attualizzare il suo browser.

Vi invitiamo ad aggiornare il vostro browser.

Il suo Browser non supporta gli attuali standard del web. Per questo motivo si possono verificare degli errori di visualizzazione e dei comportamenti inattesi di questo sito. Per utilizzare questo sito senza problemi le consigliamo ai attualizzare il suo browser.

Le Silla Factory
Reportage

Un’eleganza discreta: la sede del marchio di calzature Le Silla

Gli uffici del nuovo edificio aziendale di Le Silla, nei quali questa impresa familiare italiana disegna e produce le proprie esclusive calzature, sono stati dotati degli apparecchi da incasso di ERCO.

La soluzione luminosa convince non solo per la sua funzionalità ed efficienza energetica, ma sottolinea anche il carattere raffinato di questi spazi aziendali.

Tacchi estremi, design stravaganti, nobili materiali ed un processo produttivo ancora marcatamente artigianale: così possono essere descritti i prodotti del marchio esclusivo delle calzature femminili Le Silla. L’azienda, che intende essere un sinonimo di una calzatura da donna seducente, sensualmente femminile, di uno stile lussuoso nella migliore tradizione italiana, si trova nelle Marche, tra il Mare Adriatico e gli Appennini. La lavorazione della pelle e la produzione delle scarpe hanno in questa regione del centro Italia una lunga tradizione, un’eredità alla quale quest’azienda, fondata nel 1994 dallo stilista Enio Silla e dalla sua partner Monica Ciabattini, si riallaccia consapevolmente e con successo. Un’azienda in espansione che oggi, oltre alle scarpe, offre anche borse e costumi da bagno e li distribuisce tra l’altro nei negozi di proprietà di Milano, Firenze, Mosca, Baku e Dubai ed in altre metropoli dell’Europa orientale e del mondo arabo.

Le Silla Factory

Assenza di abbagliamento, temperatura colore stabile e distribuzione della luce uniforme: condizioni fondamentali per una postazione di lavoro al computer piacevole ed ergonomica.

Le Silla Factory

La variante quadrata degli apparecchi da incasso nel soffitto Quintessence è perfettamente abbinata all’architettura sobria e lineare dell’edificio di Le Silla.

Le Silla Factory

In un’azienda orientata al design come Le Silla la resa fedele dei colori della luce per LED di ERCO è particolarmente apprezzata. Enio Silla durante una campionatura nel suo materiale d’archivio.

Le Silla Factory

Enio Silla discute un modello di calzatura con la sua partner Monica Ciabattini e con una collaboratrice.

Chiare articolazioni degli spazi di una fabbrica di scarpe piena di glamour
Lo scorso anno Le Silla ha acquistato un edificio di nuova costruzione situato a Porto Sant’Elpidio. Il complesso, progettato dall’architetto Ivan Palmini, ospita sia la creazione e la produzione delle collezioni di scarpe, sia l’amministrazione ed un outlet store del marchio. Al contrario della moda molto glamour qui proposta, l’architettura della sede centrale dell’azienda è caratterizzata da un linguaggio formale lineare, quasi sobrio, che si rifà al classico moderno. Di giorno lo studio di design ed i vicini uffici, spesso separati tra loro solo da una parete di vetro, sono illuminati dalla luce che entra dalle grandi finestre alte quanto l’intera stanza, che allo stesso tempo offrono un’ampia vista sull’ambiente esterno. Il tutto dà una sensazione di ariosità, modernità ed ordine.

Il briefing sul concetto di illuminazione: qualità del design e schermatura ottimale per un lavoro creativo
Le esigenze poste all’illuminazione artificiale negli uffici, comprese le relative sale per le riunioni e lo studio di design di Enio Silla, erano molto grandi. L’architetto Palmini, che per Le Silla aveva già allestito i flagship stores a Milano e Firenze, ha una preferenza per gli spazi nettamente definiti, dove nulla distoglie dalla struttura architettonica, eccetto l’arredamento selezionato ed arrangiato con cura. Egli voleva quindi una soluzione il più possibile discreta, poco appariscente e senza corpi degli apparecchi a vista. Gli altri criteri per la scelta dell’illuminazione sono stati la schermatura, l’efficienza energetica, i bassi costi di manutenzione e la possibilità di una programmazione luminosa in grado di adeguare la luce alle diverse esigenze. Nello studio di design, dove si sviluppano le nuove collezioni e si devono sempre valutare i materiali ed i colori, rivestivano un ruolo decisivo anche le esigenze qualitative come una brillante resa cromatica ed una temperatura colore uniforme.

Le Silla Factory

I wallwasher Quintessece illuminano lo scaffale con i modelli di calzature in esposizione nello studio di design di Enio Silla.

Le Silla Factory

Un riuscito gioco di illuminazione naturale ed artificiale: uno sguardo alla lounge degli uffici Le Silla.

Le Silla Factory

La cofondatrice e creative director di Le Silla, Monica Ciabattini, si avvia verso il suo ufficio.

Le Silla Factory

Una luce brillante ed uniforme: la condizione perfetta per il lavoro creativo di Enio Silla.

Quintessence, per un comfort visivo efficiente con un’ampia libertà di allestimento
La soluzione luminosa proposta da ERCO, basata su di un’unica famiglia di prodotti, gli apparecchi da incasso nel soffitto Quintessence, è risultata convincente sotto tutti questi aspetti. Grazie all’illuminotecnica dei LED sviluppata da ERCO, che coniuga una luce uniforme con un’eccellente efficienza luminosa ed un’ottima schermatura, si è riusciti a rispettare le norme vincolanti per l’illuminazione degli uffici (EN12464) con un numero contenuto di apparecchi. Il vantaggio economico ed ecologico di una tale efficiente soluzione luminosa è apparso evidente. Quintessence è un talento universale tra gli apparecchi da incasso nel soffitto di ERCO. La struttura modulare di questa famiglia di prodotti consente di realizzare dei progetti di illuminazione flessibili ed organici: con la combinazione di downlights, faretti direzionali e wallwasher, si possono soddisfare tutti i requisiti di un’illuminazione d’ambiente orientata alla percezione, ma si può anche realizzare una luce d’accento. Negli uffici di Le Silla i downlight con le distribuzioni della luce flood e wide flood provvedono ad un’illuminazione uniforme delle superfici orizzontali, in particolare delle scrivanie e dei tavoli per le riunioni. Le superfici delle pareti e degli scaffali sono invece illuminate dai wallwasher, generando una sensazione di grandezza e luminosità dell’ambiente.

Un’immagine coerentemente minimalista del soffitto grazie ai downlight
Per ottimizzare l’interazione con l’architettura dell’edificio ed ottenere un’immagine del soffitto armoniosa e discreta, per Le Silla si è fatto ricorso alla versione quadrata degli apparecchi Quintessence. In questo modo si è potuto realizzare un’illuminazione al tempo stesso formalmente coerente e molto discreta, senza rinunce in tema di qualità della luce, con dei coni di luce precisi e lineari.
Date le grandi superfici delle finestre e la conseguente incidenza della luce naturale, negli uffici di Le Silla è stato particolarmente importante abbinare la luce diurna e quella artificiale. Ancora una volta ERCO si è fatta apprezzare per la sua illuminotecnica, che consente una dimmerazione degli apparecchi fino all’1%. L’illuminazione bianca calda (3000K) crea un’atmosfera naturale, piacevole ed affascinante per la sua brillantezza, e soddisfa qualsiasi esigenza in quanto alla resa cromatica: le migliori condizioni per il tipo di lavoro creativo che Enio Silla ed il suo team devono svolgere quotidianamente in questi ambienti.

Le Silla Factory

Nella lounge degli uffici di Le Silla la luce di ERCO crea un’atmosfera funzionale ed al tempo stesso accogliente.

Le Silla Factory

I downlight Quintessence con difffusore wide creano un’illuminazione perfetta del grande tavolo per riunioni nell’ala degli uffici dell’edificio di Le Silla.

Le Silla Factory
Le Silla Factory