Vi invitiamo ad aggiornare il vostro browser.

Il suo Browser non supporta gli attuali standard del web. Per questo motivo si possono verificare degli errori di visualizzazione e dei comportamenti inattesi di questo sito. Per utilizzare questo sito senza problemi le consigliamo ai attualizzare il suo browser.

Vi invitiamo ad aggiornare il vostro browser.

Il suo Browser non supporta gli attuali standard del web. Per questo motivo si possono verificare degli errori di visualizzazione e dei comportamenti inattesi di questo sito. Per utilizzare questo sito senza problemi le consigliamo ai attualizzare il suo browser.

Candalepas Associates, Sydney

Candalepas Associates, Sydney

L’illuminazione efficiente di uno studio architettonico in un edificio industriale soggetto a tutela dei beni architettonici

Assieme al suo team, un architetto di Sydney ha occupato un edificio industriale soggetto alla tutela dei beni architettonici, dimostrando in modo esemplare come, basandosi su di una progettazione illuminotecnica orientata alla percezione, si possano realizzare delle soluzioni luminose tanto piacevoli quanto efficienti, che si distinguono per l’economia e per la sensibilità nel rapporto con gli spazi esistenti.

A parte un atelier progettato da lui stesso, per un architetto esigente e creativo non c’è probabilmente un ufficio migliore di una vecchia fabbrica ristrutturata. La qualità dell’atmosfera di questi ambienti, in genere molto luminosi e dai soffitti alti, il loro fascino primitivo e il loro aspetto da officina spiegano come mai siano da sempre così attraenti per le persone creative di ogni tipo.
Al fascino di questi spazi è soggetto anche il rinomato architetto australiano Angelo Candalepas. L’anno scorso si è trasferito con il proprio team in un edificio industriale sotto tutela come bene architettonico, eretto all’inizio del 20° secolo al centro del Central Business District di Sidney. Nella sua esemplare conversione in uno studio architettonico, si è conservato quanto più possibile di questo piccolo edificio a tre piani in mattoni. Gli spazi appaiono freschi, puliti e moderni, ma non rinnegano mai la propria storia ed il proprio scopo di un tempo.



La luce come un compito essenziale nell’allestimento degli uffici

Per creare da un lato le condizioni ideali per il proprio team nelle diverse postazioni di lavoro, e per sottolineare dall’altro lato l’atmosfera particolare dell’edificio, Candalepas ha dato molta importanza all’illuminazione delle stanze. Date le sue esigenze in termini di qualità – era richiesta una luce piacevole, efficiente e non abbagliante – la collaborazione con ERCO è stata per lui quasi ovvia. «Di giorno», ci spiega, «la luce naturale da noi è benvenuta, ed amiamo lavorare con essa. Di notte però, in mancanza di luce diurna, preferiamo sempre sostituirla con gli apparecchi di ERCO per avere un’atmosfera della stessa qualità.»

Tra le sfide della progettazione illuminotecnica, a Sydney rientrava l’incidenza di luce diurna in entità molto diverse da un ambiente all’altro, che richiedeva una ponderazione accurata di luce naturale ed artificiale. Per poter adeguare in ogni momento la luce artificiale alle mutevoli situazioni create dalla luce diurna, si sono quindi utilizzati in tutto l’ufficio degli apparecchi dimmerabili. Un secondo problema derivava dall’articolazione molto strutturata dei soffitti dell’edificio storico, che doveva essere mantenuta. Si è però riusciti ad installare i binari elettrificati ERCO in questa struttura del soffitto in modo talmente discreto da farli percepire come una integrazione dell’esistente, e mai come un elemento di disturbo.



Concept illuminotecnico differenziato

Secondo la filosofia illuminotecnica di Richard Kelly, la luce deve essere indirizzata sempre là dove è necessaria, e per questo egli ha sviluppato un convincente concept illuminotecnico differenziato che in sostanza può essere realizzato utilizzando tre famiglie di apparecchi. Mentre nel piano inferiore, scarsamente luminoso, i downlight Starpoint da 8 Watt con distribuzione della luce wide flood generano un’atmosfera piacevole e luminosa, nell’ingresso e negli uffici si utilizzano i faretti delle famiglie di apparecchi Parscan e Pantrac con diverse potenze e distribuzioni della luce.
Al piano terra, dove si trovano soprattutto le sale riunioni per incontri formali e colloqui ufficiali con i clienti, i wallwasher Parscan da 24 Watt offrono un’illuminazione d’ambiente che risponde allo stesso tempo a diverse finalità: amplia visivamente gli spazi dagli andamenti tubolari, presenta in modo discreto l’estetica affascinante del substrato edilizio storico ed illumina le grandi bacheche nelle zone delle riunioni, utilizzate per presentazioni o discussioni interne. Per la luce d’accento si sono utilizzati i faretti Parscan da 24 Watt con distribuzione della luce flood, orientati sui tavoli per le riunioni per supportare la concentrazione sul lavoro.

Nelle zone degli uffici, utilizzate per il lavoro al computer e situate nel primo e nel secondo piano, per un’illuminazione uniforme e non abbagliante delle superfici delle scrivanie si impiegano i faretti Parscan con distribuzione della luce oval flood. Grazie alla qualità superiore delle lenti Spheroliti di ERCO ed alle ampie distribuzioni della luce che esse consentono di ottenere, bastano pochi apparecchi per illuminare perfettamente le postazioni di lavoro. Per l’illuminazione d’ambiente si ricorre invece ai wallwasher Parscan, in questo caso da 12 Watt, integrati dai wallwasher per soffitto Pantrac da 24 Watt di potenza nei punti in cui il soffitto è particolarmente alto.



La soluzione luminosa: un puntino sulla i

L’ufficio utilizzato personalmente da Angelo Candalepas si è rivelato particolarmente delicato, perché presenta un soffitto alto ed una grande finestra. Mentre la sua scrivania è stata collocata nelle immediate vicinanze della finestra, c’è un tavolo da disegno situato lontano dalla finestra, che utilizza per lavorare sui progetti e che anche di giorno deve essere sempre sufficientemente illuminato. La soluzione a queste sfide consiste in due washer per soffitto Pantrac da 24 Watt ciascuno per un’adeguata illuminazione d’ambiente e da un faretto Parscan puntato con precisione sul tavolo da disegno. Per un lavoro concentrato nelle ore serali sulla scrivania di Candalepas, quasi come un puntino sulla i della soluzione luminosa realizzata a Sydney, c’è Lucy, il nuovo apparecchio per postazioni di lavoro di ERCO. Posizionata davanti alla grande finestra, offre i propri vantaggi funzionali: è girevole, orientabile individualmente e soprattutto dimmerabile fino all’1%.

Tutti gli apparecchi dello studio di architettura di Candalepas sono dotati di una luce bianca calda a 3000 Kelvin. Ciò supporta l’atmosfera calda, quasi abitativa, che fa splendere questo ambiente di lavoro ed è molto apprezzata dal suo team. Il messaggio più importante che si può però cogliere da questo progetto, è che con la loro brillantezza e perfezione tecnica gli apparecchi di illuminazione ERCO contribuiscono in modo essenziale a sviluppare delle soluzioni luminose per gli uffici efficienti e studiate fin nei dettagli, realizzabili con un dispendio contenuto di risorse materiali.

Vi potrebbe interessare anche:

Newsletter ERCO – Progetti ispiratori, nuovi prodotti, fresche novità sulla luce

Abbonati alla newsletter
I vostri dati saranno trattati con la massima riservatezza. Per maggiori informazioni visitare Dichiarazione ERCO sul trattamento riservato dei dati personali