Vi invitiamo ad aggiornare il vostro browser.

Il suo Browser non supporta gli attuali standard del web. Per questo motivo si possono verificare degli errori di visualizzazione e dei comportamenti inattesi di questo sito. Per utilizzare questo sito senza problemi le consigliamo ai attualizzare il suo browser.

Vi invitiamo ad aggiornare il vostro browser.

Il suo Browser non supporta gli attuali standard del web. Per questo motivo si possono verificare degli errori di visualizzazione e dei comportamenti inattesi di questo sito. Per utilizzare questo sito senza problemi le consigliamo ai attualizzare il suo browser.

La nuova illuminazione del Museo Tedesco della Tecnica di Berlino

La nuova illuminazione del Museo Tedesco della Tecnica di Berlino  [PKM_Objekt]
Il Museo Tedesco della Tecnica (Deutsches Technikmuseum) di Berlino è uno dei più grandi istituti di questo tipo in Germania. Recentemente l'illuminazione è stata convertita per passare alla tecnologia dei LED di ERCO. Il progetto mostra come l'efficientamento e l'ottimizzazione della luce vadano mano nella mano.

Con circa 600.000 visitatori all'anno, il Museo Tedesco della Tecnica è una delle principali attrazioni del variegato panorama museale della capitale tedesca. Con le sue esposizioni permanenti e temporanee, presentate su circa 26.000 metri quadrati, questo istituto offre un ampio spettro di tematiche che spaziano dall'aeronautica alla navigazione, dal traffico su strada a quello ferroviario.

Il risparmio energetico come motivazione
Il rinnovo dell'illuminazione del museo, come racconta il vice direttore dell'istituto, il Prof. Joseph Hoppe, era motivato soprattutto dal desiderio di un migliore bilancio energetico. L'assegnazione della commessa ad ERCO nel quadro di un bando è avvenuta sulla base di un'analisi dei consumi e di una campionatura. Oltre all'efficienza energetica ed alla brillantezza della luce, hanno giocato a favore di ERCO anche la durata e l'affidabilità dei prodotti.

^Un salto quantico nella qualità dell'illuminazione del museo
Il rinnovo dell'illuminazione del museo, curato nei suoi aspetti tecnici dal lighting designer Karsten Krause, ha destato una risonanza positiva sia all'interno del museo che tra il pubblico. I numeri sono impressionanti: con il passaggio alla tecnologia LED il museo può risparmiare ogni anno 125.000 Euro sulle spese energetiche. Ciò corrisponde ad una riduzione delle emissioni di CO2 di 395 tonnellate. Per il Sig. Hoppe c'è però un altro aspetto secondo lui almeno altrettanto importante: il salto di qualità dell'illuminazione del museo. 'La nuova luce consente a noi ed al pubblico di scoprire delle cose che fino ad oggi non avevamo mai visto.» Il Sig. Hoppe si esprime con entusiasmo sulle lenti Spherolit di ERCO e sulla variabilità e flessibilità che conferiscono agli apparecchi di illuminazione: la sostituzione delle lenti è facile da eseguire e consente al personale del museo di rifinire e regolare la luce in qualsiasi momento.

La sfida illuminotecnica
Nel Museo Tedesco della Tecnica non c'è praticamente nessuna sala uguale alle altre - né in riferimento all'architettura ed alle condizioni di luce diurna, né con riguardo ai beni in esposizione ed all'allestimento. Anche negli oggetti in esposizione le differenze di dimensioni, di materiali e di superfici sono enormi. Alcuni oggetti sono collocati o sospesi liberamente nell'ambiente, altri sono presentati nelle vetrine. Nonostante da ciò derivino delle esigenze di illuminazione estremamente varie, bastano solo tre famiglie di apparecchi ERCO con potenze tra i 4 ed i 48 Watt per risolvere i compiti visivi richiesti: Optec, Parscan e Pollux. I faretti Optec da 12 e 24 Watt di potenza, dotati delle distribuzioni della luce narrow spot, spot, flood, wide flood ed oval flood, costituiscono la potente base dell'illuminazione del museo. Negli ambienti alti, nei quali la luce deve essere proiettata su lunghe distanze, si utilizzano gli apparecchi Parscan da 48 Watt. I faretti sagomatori Pollux generano una luce precisa sulle fotografie, sui cartelli segnaletici e sui pannelli didascalici.

Con il rinnovo dell'illuminazione il Museo Tedesco della Tecnica di Berlino fissa i nuovi standard per una moderna illuminazione museale, che dureranno per molti anni ancora. ERCO consolida ancora una volta la propria competenza in un settore particolarmente esigente in fatto di soluzioni illuminotecniche. Inoltre questo progetto dimostra in modo esemplare la varietà e la versatilità delle opportunità di impiego degli strumenti di illuminazione di ERCO.


Dati del progetto
Progetto: Museo Tedesco della Tecnica di Berlino / Germania
Lighting designer: Karsten Krause, Berlino / Germania
Prodotti: Optec, Parscan, Pollux
Referenze fotografiche: © ERCO GmbH, www.erco.com, fotografo: Dirk Vogel, Dortmund / Germania

(4329 )
Su ERCO
ERCO, la fabbrica della luce con sede a Lüdenscheid, in Germania, è uno specialista leader dell'illuminazione delle architetture con la tecnologia dei LED. L'azienda familiare fondata nel 1934 opera a livello globale in 55 paesi con partner e strutture indipendenti che curano la distribuzione. Dal 2015 il programma di produzione si basa al 100% sulla tecnologia LED. Quindi ERCO a Lüdenscheid sviluppa, progetta e produce degli apparecchi di illuminazione digitali focalizzandosi sui sistemi ottici illuminotecnici, sull'elettronica e sul design. Gli strumenti di illuminazione sono creati in stretto contatto con architetti, lighting designer e progettisti di impianti elettrici e sono impiegati principalmente nei seguenti ambiti di applicazione: Work e Shop, Culture e Community, Hospitality, Living, Public e Contemplation. ERCO intende la luce come la quarta dimensione dell'architettura e supporta i progettisti nella realizzazione delle loro idee con efficienti soluzioni luminose ad alta precisione.

Se desiderate ulteriori informazioni su ERCO o del materiale fotografico, visitate la pagina www.erco.com/presse. Saremo lieti di inviare anche del materiale sui progetti realizzati in tutto il mondo per aiutarvi a redigere i vostri articoli.

Materiale fotografico

Figura 1 / Download HiRes
© ERCO GmbH, www.erco.com, photo: Dirk Vogel

Figura 2 / Download HiRes
© ERCO GmbH, www.erco.com, photo: Dirk Vogel

Figura 3 / Download HiRes
© ERCO GmbH, www.erco.com, photo: Dirk Vogel

Figura 4 / Download HiRes
© ERCO GmbH, www.erco.com, photo: Dirk Vogel

Figura 5 / Download HiRes
© ERCO GmbH, www.erco.com, photo: Dirk Vogel

Figura 6 / Download HiRes
© ERCO GmbH, www.erco.com, photo: Dirk Vogel

Figura 7 / Download HiRes
© ERCO GmbH, www.erco.com, photo: Dirk Vogel

Figura 8 / Download HiRes
© ERCO GmbH, www.erco.com, photo: Dirk Vogel

Figura 9 / Download HiRes
© ERCO GmbH, www.erco.com, photo: Dirk Vogel

Figura 10 / Download HiRes
© ERCO GmbH, www.erco.com, photo: Dirk Vogel

global/functions-km.php : Wo und warum brauchen wir das? cn 06.12.2012