Progetti - Culture - Museo Superior de Bellas Artes Palacio Ferreyra

Vi invitiamo ad aggiornare il vostro browser.

Il suo Browser non supporta gli attuali standard del web. Per questo motivo si possono verificare degli errori di visualizzazione e dei comportamenti inattesi di questo sito. Per utilizzare questo sito senza problemi le consigliamo ai attualizzare il suo browser.

Vi invitiamo ad aggiornare il vostro browser.

Il suo Browser non supporta gli attuali standard del web. Per questo motivo si possono verificare degli errori di visualizzazione e dei comportamenti inattesi di questo sito. Per utilizzare questo sito senza problemi le consigliamo ai attualizzare il suo browser.

Museo Superior de Bellas Artes Palacio Ferreyra

La metropoli argentina di Córdoba afferma le sue ambizioni in campo culturale con il progetto di un grande museo. Il concetto viene supportato dall'illuminazione: un impianto Light System DALI crea dei rapporti di luce ottimali.

Il palazzo è stato acquistato dal governo regionale nel 2004 e sottoposto a degli ampi lavori di ristrutturazione. Il museo nel frattempo ha ricevuto il nome di "Evita" ed è quindi dedicato alla controversa figura della ex first lady Eva Peron (1919-1952). Già nell'ingresso del museo, di nuova costruzione, si viene affascinati dalle dimensioni dell'edificio. Delle scultoree rampe di scale nere attraversano lo spazio aereo e trasformano i visitatori in attori di una scenografia drammatica.

Dal punto di vista tecnico e dell'allestimento il museo si può misurare con i più importanti musei al mondo. Lo studio di architettura GGMPU ha messo in scena nel Palacio Ferreyra una fusione di tradizione e modernità, utilizzando a tal fune un "materiale immateriale": la luce.

Nonostante l'inusuale ampiezza del progetto l'impianto può essere comodamente comandato e configurato con il Light Studio.

In passerella: nel foyer d'ingresso i visitatori del museo diventano attori di una drammatica messa in scena della luce e dello spazio con gli apparecchi per facciate Focalflood per LED.

tune the light
L'ampio utilizzo di Light System DALI in questo museo evidenzia i grandi vantaggi di questa tecnologia, che integra i classici compiti di illuminazione dei musei, come l'impostazione di intensità luminose adatte a conservare le opere esposte, con tutte le opzioni delle concezioni scenografiche dell'illuminazione.
Con un unico sistema i tecnici del museo possono minimizzare il dispendio di energie per la regolazione e la manutenzione dell'impianto. Un importante aspetto di Light System DALI è costituito dalla possibilità di dosare le intensità luminose in modo mirato e flessibile, riducendo i consumi energetici: un passo importante per ottenere un comfort visivo efficiente.

Nelle gallerie si combina l'illuminazione delle superfici verticali realizzata con i wallwasher Quadra con l'illuminazione d'accento dei faretti Optec montati sui binari elettrificati.

Newsletter ERCO – Progetti ispiratori, nuovi prodotti, fresche novità sulla luce

Abbonati alla newsletter
I vostri dati saranno trattati con la massima riservatezza. Per maggiori informazioni visitare Dichiarazione ERCO sul trattamento riservato dei dati personali