myERCO
myERCO
L’account gratuito myERCO consente di salvare articoli, realizzare elenchi di prodotto per progetti e richiedere dei preventivi. Agli utenti è inoltre garantito l’accesso senza limitazioni a tutto il materiale digitale ERCO presente nell’area download.
Lei ha raccolto articoli nell'elenco dei preferiti
Ambiente tecnico
Ambiente tecnico
Standard globale 220V-240V/50Hz-60Hz
Standard USA/Canada 120V/60Hz, 277V/60Hz
  • 中文

Vi mostriamo i nostri contenuti in lingua italiana. I dati sui prodotti sono visualizzati per un ambiente tecnico con 220V-240V/50Hz-60Hz.

Maggiore usabilità per voi
ERCO desidera fornirvi il miglior servizio possibile. A tal fine questo sito web salva dei cookie sul vostro dispositivo. Proseguendo con l’utilizzo di questo sito, acconsentite all’uso dei cookie. Ulteriori informazioni sono contenute nell’Informativa sulla protezione dei dati personali. Cliccando su «Non acconsento», salveremo esclusivamente i cookie essenziali e determinati contenuti di siti web terzi non sono più visualizzati.
Human Centric Lighting

Implementare alla perfezione lo Human Centric Lighting

Lo Human Centric Lighting richiede apparecchi di illuminazione con determinate caratteristiche e, in linea di principio, è un approccio di progettazione. Lo Human Centric Lighting pone la persona e le sue attività al centro di una progettazione illuminotecnica di qualità. Scoprite come integrare con successo lo Human Centric Lighting nel vostro prossimo progetto e creare un valore aggiunto per voi e i vostri stakeholder.

Tutto il know-how sullo Human Centric Lighting necessario per il vostro prossimo progetto

Cosa si intende con Human Centric Lighting?

Human Centric Lighting, in breve HCL, è un approccio di illuminazione in cui la persona e le sue esigenze sono poste al centro della progettazione illuminotecnica. In tal senso, lo Human Centric Lighting si concentra sugli effetti visivi, emotivi e biologici della luce. Oltre ai criteri ottici, quali il compito visivo o un buon orientamento nell’ambiente, questo approccio comprende anche gli effetti non visivi della luce sulla persona. Oltre ai due fotorecettori dell’occhio, cono e bastoncello, all’interno del nostro organo visivo esiste un ulteriore tipo di recettore fotosensibile. Questo recettore è stato scoperto solo agli inizi del XXI secolo ed è coinvolto nella sincronizzazione del nostro ritmo giorno-notte. L’illuminazione architetturale, basata su un approccio HCL, si interroga sulla percezione visiva dello spazio, sul compito visivo e sugli aspetti emotivi e biologici.

Lo Human Centric Lighting sul campo

Human Centric Lighting

L’idea dello Human Centric Lighting non è una novità assoluta. Molto tempo prima delle ricerche attuali sugli effetti non visivi della luce, alcuni pionieri dell’illuminazione architetturale, come Richard Kelly o William Lam, formularono il concetto di “luce per vedere, guardare e osservare” e i principi delle “activity needs” (esigenze di attività) e dei “biological needs” (esigenze biologiche) su cui basare la progettazione illuminotecnica orientata alla percezione. Unendo questo sapere con le ultime scoperte della cronobiologia, abbiamo ideato per voi una formula che descrive in termini pratici cosa determina nello specifico lo Human Centric Lighting.

AAA sta per Architettura, Attività e Atmosfera. Aumentate la visibilità delle superfici verticali per migliorare la percezione dello spazio nell’architettura. La giusta luce ha il potere di favorire le attività, come la concentrazione a lavoro, ma anche la comunicazione tra le persone. Una luce bilanciata, in funzione della luce naturale, consente di creare l’atmosfera giusta. Ed è questo che sta alla base della nostra filosofia dello Human Centric Lighting.

Human Centric Lighting

A come architettura

  • Rendere gli ambienti visibili con l’illuminazione delle superfici verticali
  • Fare risaltare le aree funzionali di un ambiente con illuminazione personalizzata
  • Integrare gli apparecchi di illuminazione nell’architettura, sfruttando il tipo di montaggio adatto, la forma degli apparecchi e la disposizione
Human Centric Lighting

A come attività

  • Ottimizzare il comfort visivo con apparecchi di illuminazione schermati e una corretta disposizione degli apparecchi
  • Adattare la luminosità ai diversi compiti visivi
  • Regolare la temperatura del colore in funzione del ritmo circadiano
Human Centric Lighting

A come atmosfera

  • Dare un riferimento temporale adattando l’illuminazione dell’ambiente all’intensità della luce diurna
  • Consentire la personalizzazione con scene luminose modificabili, in funzione delle preferenze personali e l’atmosfera

Scoprite le singole caratteristiche dello Human Centric Lighting in modo interattivo

Regolazione delle scene luminose mediante cursori

La seguente animazione mostra come i diversi aspetti dello Human Centric Lighting possono cambiare la nostra percezione dello spazio e l’atmosfera. Dipende poi dal progettista la decisione di quanto i singoli tratti dello Human Centric Lighting, Architettura, Attività e Atmosfera, devono essere coinvolti nel concept illuminotecnico.

Human Centric Lighting di ERCO con apparecchi da incasso a soffitto Iku

I vantaggi dello Human Centric Lighting

Per i progettisti

  • Includere anche degli aspetti qualitativi consente di offrire un servizio di lighting design più inclusivo
  • Proporre dei concept illuminotecnici olistici favorisce il benessere degli utenti
  • Una progettazione illuminotecnica di qualità non è solo attraente dal punto di vista visivo, bensì ha anche molti vantaggi energetici rispetto alla progettazione quantitativa

Per gli utenti

  • Consentire a chi lavora con voi di gestire l’illuminazione in funzione delle proprie preferenze
  • Mettere a disposizione di tutti i colleghi di uno spazio un’illuminazione con elevato comfort visivo, in cui è piacevole lavorare
  • Offrire ai propri dipendenti un ambiente lavorativo attrattivo e di alto livello, in cui poter sprigionare motivazione e creatività

Per i possessori di immobili

  • Aumentare il valore del proprio immobile con un’illuminazione di eccellenza
header image

Desiderate sapere di più sullo Human Centric Lighting?

Prenotate un appuntamento o un seminario online e scoprite lo Human Centric Lighting.

Selezionate un servizio:

I vostri contatti:

gratuito e non vincolante

I vostri dati saranno trattati con la massima riservatezza. Per maggiori informazioni visitare Dichiarazione ERCO sul trattamento riservato dei dati personali.

Lo Human Centric Lighting di ERCO si distingue per le seguenti caratteristiche qualitative

Per noi di ERCO, la persona è da sempre al centro della progettazione illuminotecnica di qualità, molto tempo prima che il concetto dello Human Centric Lighting saltasse alla ribalta. Lo abbiamo sempre fatto, creando dei concept illuminotecnici incentrati sull’utente e sulla percezione dell’occhio umano, evitando gli abbagliamenti e riducendo al minimo il consumo energetico. Le seguenti cinque caratteristiche qualitative, per un comfort visivo efficiente, contraddistinguono ERCO:

Progettazione illuminotecnica di qualità

Un’illuminazione generale e un’illuminazione d’accento, con ottima schermatura, consentono di realizzare delle gerarchie di percezione e supportano l’utente nei propri compiti. Impiegate l’illuminazione solo là dove è richiesta.

Illuminazione verticale

In virtù del nostro naturale senso dello sguardo, le superfici verticali sono fondamentali per la nostra percezione. In quanto tali, le superfici verticali determinano la sensazione di luminosità, in misura maggiore rispetto alle superfici orizzontali. Ed è per questo che ERCO considera l’illuminazione diffusa delle pareti una componente indispensabile.

Soluzioni illuminotecniche efficienti

Dei sistemi ottici di precisione dirigono la luce sulle superfici da illuminare e di cui la persona ha bisogno per percepire l’ambiente. La luce proiettata dai LED, in combinazione con i sistemi di lenti di qualità, garantiscono un’elevata efficienza.

Tecnologia a LED efficiente

L’elevato comfort visivo è il frutto del know-how di ERCO in tema di optoelettronica: dalle piastrine a LED, passando per l’elettronica, fino alla gestione del calore. La specificazione dei LED in funzione di alcuni criteri, come la resa e la costanza cromatica, il flusso luminoso e la stabilità termica, garantiscono gli standard qualitativi più elevati.

Controllo intelligente

ERCO offre apparecchi di illuminazione per tecnologie di controllo via cavo e wireless, come Casambi Bluetooth, Zigbee, DALI o la classica dimmerazione sulla fase. L’uso dei sensori e delle scene luminose riducono al minimo il consumo energetico e adattano l’illuminazione all’intensità della luce diurna. In questo modo l’illuminazione può essere gestita in funzione delle proprie preferenze.

Realizzate il vostro concept di Human Centric Lighting con i seguenti apparecchi di illuminazione

Lo Human Centric Lighting di ERCO sul campo

Illuminazione d’ufficio moderna per mai public relations, Berlino

Concept illuminotecnico qualitativo

Le soluzioni luminose ERCO, con tecnologia LED, uniscono l’illuminazione generale orizzontale e l’illuminazione diffusa delle pareti in un concept illuminotecnico basato sui principi dello HCL. I sensori gestiscono l’illuminazione in funzione della presenza di persone e della luce diurna. Casambi Bluetooth consente ai dipendenti di modificare l’illuminazione, a seconda delle esigenze presso la propria postazione lavorativa. L’illuminazione diffusa delle pareti dà ampiezza all’ambiente ed è complementare alla luce diurna incidente.

Concept illuminotecnico convenzionale

Le lampade fluorescenti a radiazione libera sono fisse e indifferenziate. In tal senso, manca l’attenzione al compito visivo degli utenti, mentre tutti i compiti lavorativi, indifferentemente dalla loro natura, devono essere svolti con la stessa illuminazione. Inoltre, l’aspetto dell’ambiente indefinito e povero di contrasti può risultare affaticante.

Desiderate ricevere altre informazioni?

Qui potete contattare il vostro referente regionale:

Potete inviarci anche una e-mail o porre la vostra richiesta direttamente qui

I vostri dati saranno trattati con la massima riservatezza. Per maggiori informazioni visitare Dichiarazione ERCO sul trattamento riservato dei dati personali.

Breve riassunto

  • Lo Human Centric Lighting comprende gli effetti visivi e non visivi della luce
  • Dei concept illuminotecnici dinamici supportano il ritmo circadiano, “l’orologio interno” dell’essere umano
  • Per creare dei concept illuminotecnici di qualità è indispensabile tenere in considerazione i concetti di Architettura, Attività ed Atmosfera
  • Gli aspetti principali sono, in tal senso, l’illuminazione verticale, l’illuminazione a zone e delle scene luminose dinamiche
  • Riducete al minimo il consumo energetico con dei sensori di presenza e di luce diurna

Vi potrebbe interessare anche:

Newsletter ERCO - Progetti ispiratori, nuovi prodotti, fresche novità sulla luce

Abbonati alla newsletter
I vostri dati saranno trattati con la massima riservatezza. Per maggiori informazioni visitare Dichiarazione ERCO sul trattamento riservato dei dati personali
Il Lichtbericht digitale vi informa regolarmente e comodamente per e-mail sulle novità del mondo di ERCO. Vi teniamo aggiornati sugli eventi, sui premi, sulle ultime scoperte sulla luce, sui progetti, sui nuovi prodotti e sui reportage nel settore della luce e dell'architettura. L'abbonamento è gratuito e può essere disdetto in qualsiasi momento.