Forme di presentazione nei musei e nelle gallerie

Mettere in scena l’arte con la luce

Mettere in scena l’arte con la luce

I concept espositivi ed illuminotecnici nei musei e nelle gallerie devono essere altrettanto vari quanto lo sono i tesori culturali esposti. Ogni epoca storico artistica porta in primo piano delle idee diverse per la presentazione delle opere. Allo stesso modo cambiano le preferenze della società sul modo di recepire la cultura. I grandi quadri minimalisti sviluppano al meglio il proprio effetto con un’illuminazione uniforme dell’intera parete verticale. Per i piccoli quadri ricchi di contrasti appare invece più adatta l’illuminazione d’accento. Oltre all’illuminazione dei singoli oggetti in esposizione, i galleristi e gli espositori sfruttano la luce anche come elemento essenziale per mettere in scena l’illuminazione e l’edificio nel loro complesso. In tal modo si offre al visitatore una presentazione d’effetto di cultura ed architettura.

[alt]

Quadri esposti su di uno sfondo neutro

Gli spazi espositivi neutri, mantenuti bianchi, suscitano la sensazione di una comunicazione dell’arte concreta ed oggettiva. Il curatore rinuncia a mettere in risalto le singole opere d’arte come un qualcosa di particolare, a vantaggio di una presentazione più neutra. Agli oggetti esposti ed all’ambiente circostante è data la medesima rilevanza, e sono presentati come un tutt’uno.

[alt]

L’accentuazione delle opere d’arte

Durante la visita all’esposizione l’accentuazione orienta l’attenzione sulle opere d’arte, in modo sottile o più marcato. Le pareti colorate, tipiche di innumerevoli ambienti storici, generano dei contrasti discreti tra il quadro e lo sfondo. Per dei contrasti di luminosità più intensi si ricorre alla luce d’accento. I fasci di luce precisi fanno apparire gli oggetti come dei solisti nell’ambiente. Con la luce orientata si ottiene una maggiore brillantezza delle superfici e nelle sculture si crea un espressivo gioco di luci ed ombre.

[alt]

Presentare gli oggetti in modo differenziato nell’ambiente

Le presentazioni visivamente più espressive celebrano l’incontro con l’arte come un evento poliedrico. L’illuminazione di singoli oggetti rappresenta solo un aspetto parziale della progettazione illuminotecnica. Altrettanto importante è la capacità di comunicare con la luce nell’ambiente un’atmosfera adatta al tema espositivo. Con la differenziazione delle luminosità si possono creare delle gerarchie percettive tra le opere d’arte in relazione con l’ambiente. Le diverse temperature colore possono inoltre aiutare a creare dei contrasti tra le zone e contribuire a definire l’esperienza emotiva complessiva.

Newsletter ERCO - Progetti ispiratori, nuovi prodotti, fresche novità sulla luce

Abbonati alla newsletter
I vostri dati saranno trattati con la massima riservatezza. Per maggiori informazioni visitare Dichiarazione ERCO sul trattamento riservato dei dati personali
Il Lichtbericht digitale vi informa regolarmente e comodamente per e-mail sulle novità del mondo di ERCO. Vi teniamo aggiornati sugli eventi, sui premi, sulle ultime scoperte sulla luce, sui progetti, sui nuovi prodotti e sui reportage nel settore della luce e dell'architettura. L'abbonamento è gratuito e può essere disdetto in qualsiasi momento.