Case Study: Community

Progettazioni illuminotecniche a confronto

L’illuminazione qualitativa può essere più economica di quella quantitativa?

L’architettura di un ente, di una università o di una sala per concerti caratterizza l’identità di quell’istituzione. La poliedricità delle funzioni ospitate richiede un concept illuminotecnico differenziato, economicamente conveniente sia nella fase di realizzazione che in quella di gestione. Gli approcci qualitativi alla progettazione sfruttano i principi della psicologia della percezione per suddividere efficacemente gli ambienti in zone. Le soluzioni luminose che con una buona schermatura offrono un ottimo comfort visivo, consentono l’adattamento dell’occhio e richiedono quindi dei minori illuminamenti.

Progettazione illuminotecnica qualitativa per il settore Community

Orientamento rapido, sensazione di luminosità dell’ambiente: un’illuminazione orientata alla percezione articola l’ambiente in zone luminose. Gli apparecchi da incasso nel soffitto con diverse distribuzioni della luce consentono di reagire alle specifiche geometrie dell’ambiente ed ai tipi di utilizzi.

Progettazione illuminotecnica convenzionale per il settore Community

Un’illuminazione uniforme indipendente dal contesto spaziale ignora le gerarchie della percezione date dall’architettura e rende più difficile l’orientamento degli utenti. Per suscitare una sensazione di luminosità comparabile, puntando sull’illuminazione orizzontale è richiesta una quantità maggiore di energia.

Disposizione degli apparecchi nella progettazione illuminotecnica qualitativa

La sensazione di luminosità e spaziosità dell’ambiente è determinata dalla parete frontale illuminata con i wallwasher con lente. I downlight per l’illuminazione d’ambiente sono disposti solo sopra le principali aree di passaggio. I faretti da incasso accentuano le zone di un ambiente come i banconi o gli ascensori ed i punti che devono richiamare l’attenzione, come l’oggetto sulla parete.

Disposizione degli apparecchi nella progettazione illuminotecnica convenzionale

L’approccio quantitativo alla progettazione porta alla realizzazione di una griglia di downlight per realizzare un’illuminazione d’ambiente di 100lx sulle zone di passaggio. L’esigenza di avere 300 lx sul bancone è soddisfatta con degli ulteriori faretti da incasso collocati sopra di esso.

Conclusione

La progettazione illuminotecnica qualitativa suddivide gli ambienti alti in zone funzionali, facilitando l’orientamento. Con le loro distribuzioni della luce gli efficienti apparecchi per LED di ERCO possono essere disposti a grandi distanze tra loro e quindi consentono di ridurre i costi energetici.

Newsletter ERCO - Progetti ispiratori, nuovi prodotti, fresche novità sulla luce

Abbonati alla newsletter
I vostri dati saranno trattati con la massima riservatezza. Per maggiori informazioni visitare Dichiarazione ERCO sul trattamento riservato dei dati personali
Il Lichtbericht digitale vi informa regolarmente e comodamente per e-mail sulle novità del mondo di ERCO. Vi teniamo aggiornati sugli eventi, sui premi, sulle ultime scoperte sulla luce, sui progetti, sui nuovi prodotti e sui reportage nel settore della luce e dell'architettura. L'abbonamento è gratuito e può essere disdetto in qualsiasi momento.