Sede centrale di BSH nei Paesi Bassi, Hoofddorp
Reportage

Sede centrale BSH nei Paesi Bassi, Hoofddorp

Cradle to Cradle (dalla culla alla culla), un concetto per un’architettura sostenibile ed ecologica: nella sua nuova società di distribuzione nei Paesi Bassi la BSH (Bosch Siemens Hausgeräte) lo adotta in modo coerente, fino ad un’illuminazione pratica ed efficiente con la tecnologia LED di ERCO.

Cradle to Cradle (dalla culla alla culla), un concetto per un’architettura sostenibile ed ecologica: nella sua nuova società di distribuzione nei Paesi Bassi la BSH (Bosch Siemens Hausgeräte) lo adotta in modo coerente, fino ad un’illuminazione pratica ed efficiente con la tecnologia LED di ERCO.

Se si vogliono far corrispondere determinate mentalità alle nazioni, queste devono essere senza dubbio ricondotte all’ambiente in cui si formano. Gli olandesi devono una gran parte della superficie del loro Stato alla loro lotta secolare con il Mare del Nord, con molte regioni situate sotto il livello del mare, ed effettivamente questa terra piccola ma densamente popolata ed altamente produttiva ha formato delle persone con un rapporto pragmatico con la natura, con un chiaro riconoscimento dell’importanza della tutela dell’ambiente e del clima e con una grande attenzione per la forma intesa come mezzo per ottenere l’accettazione delle innovazioni tecnologiche e sociali.
Per questo non stupisce il fatto che Michael Baumgart, un chimico tedesco ed un visionario delle tematiche ambientali, abbia ottenuto una cattedra all’Università Erasmo di Rotterdam per il «Cradle to Cradle» (C2C*) e possa continuare a sviluppare questo approccio di produzione ecologica da lui concepito in collaborazione con l’architetto americano William McDonough.

Anche le superfici di presentazione della pregiata serie di elettrodomesti-ci Studioline di Siemens sono illuminate con i faretti Logotec LED montati su di un sistema di binari elettrificati sospesi. I sistemi ottici dei faretti, dotati di lenti Spherolit ed adattati ai formati delle superfici da illuminare, non presentano dispersione luminosa e generano quindi dei contrasti netti con un’efficienza ottimale. I prodotti esposti, i materiali, gli elementi del mobilio e le decorazioni vengono valorizzati perfettamente, mentre il soffitto non rivestito passa in secondo piano.

Anche le superfici di presentazione della pregiata serie di elettrodomesti-ci Studioline di Siemens sono illuminate con i faretti Logotec LED montati su di un sistema di binari elettrificati sospesi. I sistemi ottici dei faretti, dotati di lenti Spherolit ed adattati ai formati delle superfici da illuminare, non presentano dispersione luminosa e generano quindi dei contrasti netti con un’efficienza ottimale. I prodotti esposti, i materiali, gli elementi del mobilio e le decorazioni vengono valorizzati perfettamente, mentre il soffitto non rivestito passa in secondo piano.

McDonough ha potuto realizzare il concetto C2C praticamente nel primo parco amministrativo di questo tipo nei Paesi Bassi, a Hoofddorp, un agglomerato urbano risalente al 19° secolo sui polder a sud di Amsterdam. Un elemento chiave della struttura, denominata «Park 20/20», è l’edificio amministrativo sviluppato da McDonough che serve al produttore tedesco di elettrodomestici Bosch Siemens (BSH) da centrale di distribuzione per i Paesi Bassi e da showroom e centro per eventi per i suoi marchi Bosch, Siemens, Neff e Gaggenau.

Alla BSH la sostenibilità è già da molto tempo uno degli obbiettivi aziendali e la nuova costruzione all’insegna del C2C costituisce un ulteriore passo in avanti: il fine è quello di poter riutilizzare o di ricondurre in natura tutti i materiali utilizzati. Con le loro caratteristiche di alta effi-cienza, lunga durata e buona riciclabilità, gli strumenti di illuminazione per LED di ERCO sono stati considerati idonei all’illuminazione di questo progetto, ma ciò è stato anche favorito dalla qualità superiore della luce che forniscono, che contribuisce a favorire l’accettazione di queste soluzioni ecologicamente efficaci da parte degli utenti dell’edificio.

Una parete ricoperta di verde che si estende a tutti i quattro piani dell’atrio è il simbolo dell’approccio ecologico dell’architettura. Qui sono situate anche le aree di utilizzo comune dedicate a tutti gli impiegati dei vari uffici, come le sale conferenze e la caffetteria. Montati su dei sistemi di binari elettrificati sospesi, con la loro irradiazione a fascio stretto i faretti Logotec LED superano anche grandi distanze tra gli apparecchi e le superfici illuminate.

Una parete ricoperta di verde che si estende a tutti i quattro piani dell’atrio è il simbolo dell’approccio ecologico dell’architettura. Qui sono situate anche le aree di utilizzo comune dedicate a tutti gli impiegati dei vari uffici, come le sale conferenze e la caffetteria. Montati su dei sistemi di binari elettrificati sospesi, con la loro irradiazione a fascio stretto i faretti Logotec LED superano anche grandi distanze tra gli apparecchi e le superfici illuminate.

L’arredamento degli interni è stato progettato dallo studio D/Dock di Amsterdam. Il concetto dell’allestimento unisce il centro per eventi e gli ambienti lavorativi con il filo conduttore dell’ecologia in un’estetica che dà il benvenuto ai visitatori e infonde una sensazione di calma e di apertura. L’illuminazione posta con cura, i materiali dalle piacevoli sensazioni tattili, i colori tenui e gli elementi spaziali flessibili sottolineano questo approccio: la nitidezza nel complesso, l’attenzione per il dettaglio. Quanto questo concetto sia flessibile lo si può vedere nella scuola di cucina allestita nell’edificio. Qui, gli apparecchi di marca diversa possono essere scambiati uno per l'altro in brevissimo tempo, quindi la struttura può essere condivisa da tutte le marche. I sistemi flessibili di illuminazione, come i binari elettrificati con i faretti, si inseriscono perfettamente in questo tipo di ambiente. Il cuore dell’edificio è costituito dall’atrio alto quattro piani, dotato di una parete ricoperta di verde che dall’interno si estende fino all’esterno, e da un impianto fotovoltaico integrato nel soffitto in vetro che consente di ottenere dell’energia rigenerativa.

Il concetto di illuminazione è altrettanto sostenibile: nelle aree aperte al pubblico e negli showroom dei marchi BSH come Bosch, Siemens, Gaggenau e Neff, si impiega soprattutto la luce d’accento. A tal fine i progettisti hanno scelto i faretti Logotec LED montati su binari elettrificati: possono essere posizionati ed orientati in modo flessibile e le loro lenti Spherolit intercambiabili senza bisogno di attrezzi consentono di adattare il cono di luce da spot a wide flood oltre che a oval flood ed a wallwash.

Tra gli altri efficienti strumenti di illuminazione, oltre ai vari tipi di faretti per LED, si impiegano anche gli apparecchi da incasso nel soffitto per LED del programma Quintessence e gli apparecchi della serie Compact 100 per lampade fluorescenti compatte. Essi forniscono una luce adattabile alle diverse situazioni ed orientata alla percezione. In questo progetto l’approccio sostenibile del comfort visivo efficiente di ERCO si collega in modo ottimale al concetto «Cradle to Cradle» dell’edificio e contribuisce a dare ai marchi ed ai prodotti di BSH un’immagine attraente ed orientata al futuro.

* Cradle to Cradle® e C2C® sono marchi registrati della McDonough Braungart Design Chemistry (MBDC). Per maggiori informazioni: www.mbdc.com

Lichtbericht 95, Dicembre 2012

Newsletter ERCO - Progetti ispiratori, nuovi prodotti, fresche novità sulla luce

Abbonati alla newsletter
I vostri dati saranno trattati con la massima riservatezza. Per maggiori informazioni visitare Dichiarazione ERCO sul trattamento riservato dei dati personali
Il Lichtbericht digitale vi informa regolarmente e comodamente per e-mail sulle novità del mondo di ERCO. Vi teniamo aggiornati sugli eventi, sui premi, sulle ultime scoperte sulla luce, sui progetti, sui nuovi prodotti e sui reportage nel settore della luce e dell'architettura. L'abbonamento è gratuito e può essere disdetto in qualsiasi momento.