Sede centrale Swatch e Cité du Temps, Bienna/Svizzera, Bienna, Svizzera

Al passo con i tempi - ERCO illumina la sede centrale Swatch e la Cité du Temps, Bienna/Svizzera

La nuova sede centrale del fabbricante di orologi svizzero Swatch e il vicino museo Swatch e Omega sono stati concepiti da Shigeru Ban come due elementi i cui contrasti estetici sono molto marcati. La cosiddetta «Cité du Temps» si presenta come una struttura squadrata e dai volumi classici, che, nel concept dell’architetto giapponese, si collega al corpo architettonico vivace e organico dell’edificio Swatch. Le rispettive funzionalità degli edifici sono evidenziate da strumenti di illuminazione a LED ERCO: grazie ai floodlight Gimbal a snodo cardanico, gli uffici dell’edificio Swatch possono godere di un’illuminazione generale priva di abbagliamento. I faretti Parscan disegnano un’illuminazione d’accento che mette in risalto i pezzi esposti nel museo Swatch e Omega, ospitato all’interno della «Città del tempo».

L’architetto giapponese, Shigeru Ban, ha raggiunto la fama internazionale con i suoi progetti futuristici in cartone o legno. Il vincitore del Premio Pritzker, con uffici a Tokyo, New York e Parigi, ha realizzato sul campus Swatch e Omega di Bienna il più grande complesso edilizio in legno da lui mai ideato: per la costruzione della Omega Factory, il nuovo quartier generale Swatch, e l’edificio adiacente con sala conferenze e spazi espositivi, la cosiddetta «Cité du Temps», sono stati impiegati complessivamente 4.600 metri cubi di questa materia prima rinnovabile. Basti pensare alla spettacolare copertura che sovrasta la nuova sede centrale Swatch, in cui la forma organica e la struttura a scaglie richiamano il corpo di un serpente, e per la cui costruzione sono stati impiegati 7.700 elementi in legno. Ogni singolo pezzo di legno è stato prefabbricato su misura, consentendo così un montaggio in loco semplice e facile. I rombi della struttura a griglia, in legno, sono stati sfruttati in vario modo: le «squame» ospitano finestre, pannelli solari, elementi acustici o anche nidi d’ape termici, riempiti d’aria. La soluzione a rombi consente di migliorare l’architettura in termini di sostenibilità, mantenendo basso il consumo energetico dell’edificio e creando un ambiente lavorativo gradevole. Gli uffici, disposti sui tre piani, sono concepiti come open office nella forma organica dell’involucro esterno, così da incentivare la comunicazione tra i dipendenti.

Sede centrale Swatch e Cité du Temps, Bienna/Svizzera

Illuminazione generale senza abbagliamento e integrata in modo discreto nell’architettura:
Floodlight Gimbal ERCO con movimento cardanico

«Con la sua caratteristica forma a serpentina, l’edificio Swatch è illuminato d’accento sia da un punto di vista funzionale, per poterne sfruttare le diverse funzionalità, sia per sottolinearne i tratti architettonici» spiega il lighting designer Roland Block, responsabile di progetto di Reflexion AG. «Il concept di illuminazione è molto sobrio e si integra in modo discreto nell’architettura, facendola risaltare in modo ottimale.» Un aspetto fondamentale per i progettisti è stato l’impiego di un’illuminazione generale senza abbagliamento, con una tonalità di luce bianco caldo da 3000K.

Sede centrale Swatch e Cité du Temps, Bienna/Svizzera

A tal fine, sono stati installati dei punti luminosi, sotto forma di floodlight, installati rispettivamente al centro dei favi della struttura a tralicci in legno. Il colore del corpo dei floodlight Gimbal impiegati è stato personalizzato per adattarsi alla tonalità dei rombi della copertura, grazie al servizio „ERCO individual". Gli apparecchi di illuminazione sono stati dotati, inoltre, di un collegamento ad innesto specifico, che ha consentito di collegarli in modo veloce e facile ai cavi a nastro piatto posati nella struttura del tetto.

Il meccanismo di orientamento cardanico di Gimbal consente di regolare il fascio luminoso alla perfezione alla forma ricurva della copertura dell’edificio. L’illuminazione generale dei piani amministrativi è caratterizzata dall’assenza di abbagliamento e dall’adattamento alle variabili condizioni di luce diurna e viene supportata dall’illuminazione indiretta della copertura dell’edificio con faretti Parscan e distribuzione della luce wide flood (ca. 50°).

Sede centrale Swatch e Cité du Temps, Bienna/Svizzera

Un ponte pedonale che collega la copertura organica dell’amministrazione centrale Swatch e la struttura angolare della Cité du Temps segna la continuità strutturale tra le due sponde. I faretti Parscan all’interno e i proiettori Kona all'esterno creano una cornice spettacolare che risalta l’architettura.

Illuminazione d’accento per pezzi d’esposizione nel Museo Swatch e Omega della Cité du Temps: faretti Parscan ERCO

I progettisti hanno puntato su un’illuminazione per esposizione su binari elettrificati per illuminare i due piani del Cité du Temps che ospitano i musei Swatch e Omega. I pezzi d’esposizione sono qui illuminati da faretti Parscan con moduli LED da 12W. In funzione del compito da svolgere, i faretti sono dotati di lenti Spherolit intercambiabili spot (ca. 15°) e flood (ca. 30°). Orologi e dettagli particolari sono risaltati dalla distribuzione della luce narrow spot (ca. 6°). «Per illuminare le aree espositive abbiamo optato per una tonalità di luce bianco caldo 3000K più forte, così da risaltare al meglio la varietà di colori dei pezzi d’esposizione, ma anche la struttura architettonica in legno» afferma il lighting designer Roland Block. «I progettisti di tokyoblue GmbH hanno così deciso di creare dei singoli accenti di luce con una tonalità bianco neutro da 4000K.» Questa soluzione consente di mettere perfettamente in risalto i diversi materiali che compongono gli orologi di lusso, come le diverse tonalità di oro.

Sede centrale Swatch e Cité du Temps, Bienna/Svizzera

Sull’autrice:

Kristina Raderschad gestisce dal 2005 un ufficio redazionale a Colonia. Formatasi come ingegnere d'interni, le sue relazioni, i suoi articoli e le sue interviste su architettura e design sono pubblicati in tutto il mondo, su riviste come AD Architectural Digest, ATRIUM, ELLE DECORATION, HÄUSER, AIT o WALLPAPER*.

Apparecchi usati

Avete in programma un progetto simile?

Saremo lieti di offrirvi la nostra consulenza nella progettazione illuminotecnica e nella scelta dei prodotti adatti.

Qui potete contattare il vostro referente regionale:

{{fon}}

Potete inviarci anche una E-Mail o porre la vostra richiesta direttamente qui

 

I vostri dati saranno trattati con la massima riservatezza. Per maggiori informazioni visitare Dichiarazione ERCO sul trattamento riservato dei dati personali.

Vi potrebbe interessare anche:

Newsletter ERCO - Progetti ispiratori, nuovi prodotti, fresche novità sulla luce

Abbonati alla newsletter
I vostri dati saranno trattati con la massima riservatezza. Per maggiori informazioni visitare Dichiarazione ERCO sul trattamento riservato dei dati personali
Il Lichtbericht digitale vi informa regolarmente e comodamente per e-mail sulle novità del mondo di ERCO. Vi teniamo aggiornati sugli eventi, sui premi, sulle ultime scoperte sulla luce, sui progetti, sui nuovi prodotti e sui reportage nel settore della luce e dell'architettura. L'abbonamento è gratuito e può essere disdetto in qualsiasi momento.