Guida - Illuminazione di ambienti interni - Superficie utile

Vi invitiamo ad aggiornare il vostro browser.

Il suo Browser non supporta gli attuali standard del web. Per questo motivo si possono verificare degli errori di visualizzazione e dei comportamenti inattesi di questo sito. Per utilizzare questo sito senza problemi le consigliamo ai attualizzare il suo browser.

Vi invitiamo ad aggiornare il vostro browser.

Il suo Browser non supporta gli attuali standard del web. Per questo motivo si possono verificare degli errori di visualizzazione e dei comportamenti inattesi di questo sito. Per utilizzare questo sito senza problemi le consigliamo ai attualizzare il suo browser.

Superficie utile

Dall?illuminazione della singola postazione di lavoro a quella dei grandi spazi

L'illuminazione delle superfici orizzontali è uno dei compiti più ricorrenti dell'illuminazione. In questa categoria rientra la gran parte dei compiti di illuminazione regolati da normative, ad esempio per le postazioni di lavoro e le vie di traffico, sia per l'illuminazione dei piani di lavoro che per quella del suolo.

Postazione di lavoro

I compiti visivi più esigenti richiedono, oltre ad un‘illuminazione di base, un‘ulteriore illuminazione della postazione di lavoro. Con gli apparecchi da tavolo si può orientare la luce in funzione dell‘attività svolta. Le strutture luminose con lampade fluorescenti emettono una luce diffusa. I faretti direzionali proiettano una luce accentuata sulle postazioni di lavoro. La luce indiretta degli uplight conferisce all‘ambiente un‘illuminazione generale di base.
L‘illuminazione di fondo di un ambiente può essere ridotta in confronto a quella della superficie di lavoro, per garantire un‘illuminazione efficiente sotto il profilo energetico. La combinazione di componenti dirette ed indirette di illuminazione crea un buon comfort visivo nell‘ambiente e sulla superficie di lavoro.

Criteri di illuminazione per le postazioni di lavoro
- Livello dell’illuminazione in funzione dell’attività
- Distribuzione della luminanza per prevenire l’abbagliamento diretto
- e l’abbagliamento riflesso
- Angolo di schermatura e posizione dell’apparecchio tali da limitare l’abbagliamento e migliorare il comfort visivo
- La scelta dell’apparecchio determina il colore della luce e la resa cromatica

Elevate luminanze riflesse da superfici o oggetti causano abbagliamento riflesso. Gli apparecchi non dovrebbero quindi essere dislocati in aree critiche. L'illuminazione indiretta con luce diffusa riduce i riflessi abbaglianti. Orientando il cono di luce si può eliminare la formazione di ombre sulle superfici di lavoro.

I criteri di illuminazione quantitativa sono di primaria importanza nell'illuminazione delle postazioni di lavoro. Si possono ottenere dei risparmi energetici riducendo l'illuminazione generale a vantaggio dell'illuminazione locale della postazione, oltre che comandando un adattamento dell'illuminazione in funzione della luce diurna.

Gruppi di apparecchi ideali
- Apparecchi per postazioni di lavoro
- Strutture luminose
- Faretti direzionali

Superficie piccola

Le superfici utili possono essere illuminate direttamente o indirettamente: I downlight ed i downlight a sospensione conferiscono all‘ambiente un‘illuminazione diretta. Le strutture luminose creano una distribuzione della luce diffusa. Gli uplight illuminano la stanza in maniera indiretta con una luce diffusa ed omogenea.
In confronto all‘illuminazione indiretta e diffusa, la luce direttamente orientata crea una migliore modellazione. La combinazione di componenti dirette ed indirette di illuminazione crea un buon comfort visivo nell‘ambiente e sulla superficie di lavoro.

Criteri di illuminazione per superfici utili
- Livello dell’illuminazione in funzione dell’attività
- Distribuzione della luminanza per prevenire l’abbagliamento diretto e l’abbagliamento indiretto
- Angolo di schermatura e posizione dell’apparecchio tali da limitare l’abbagliamento e migliorare il comfort visivo
- La scelta dell’apparecchio determina il colore della luce e la resa cromatica

I criteri di illuminazione quantitativa sono di primaria importanza nell'illuminazione delle superfici utili.

Impieghi
- Postazioni di lavoro negli uffici
- Sale riunioni
- Officine e superfici di produzione
- Aree di ingresso e receptions

Gruppi di apparecchi ideali
- Strutture luminose
- Downlight
- Uplight

Superficie grande

Negli ambienti grandi, per questioni di risparmio energetico, si utilizza soprattutto l‘illuminazione diretta con downlight fissi.
Mentre i downlight rappresentano un tipo di illuminazione generale fissa, i faretti possono essere impiegati in modo flessibile negli spazi espositivi. Data la loro distribuzione della luce a fascio stretto i faretti causano una maggiore schermatura. La luce orientata crea una buona modellazione.
Criteri di illuminazione per superfici utili
- Livello dell’illuminazione in funzione dell’attività
- Distribuzione della luminanza per prevenire l’abbagliamento diretto e riflesso
- Angolo di schermatura e posizione dell’apparecchio tali da limitare l’abbagliamento e migliorare il comfort visivo
- La scelta dell’apparecchio determina il colore della luce e la resa cromatica

I criteri di illuminazione quantitativa sono di primaria importanza nell'illuminazione delle superfici utili. L'illuminazione diretta è molto più economica di quella indiretta.

Illuminazione di fondo per
- Officine e superfici di produzione
- Musei
- Esposizioni
- Aree di vendita e di rappresentanza

Gruppo di apparecchi ideale
- Downlight

Progetti su questo tema della guida

Newsletter ERCO – Progetti ispiratori, nuovi prodotti, fresche novità sulla luce

Abbonati alla newsletter
I vostri dati saranno trattati con la massima riservatezza. Per maggiori informazioni visitare Dichiarazione ERCO sul trattamento riservato dei dati personali